HOME

Nuove avventure per Cram nel 2019

Riaperti ufficialmente i battenti della stagione 2019 dopo una meritata pausa invernale, Cram Motorsport ha già riacceso i motori. Il primo appuntamento dell’anno è infatti nella Formula 4 UAE, negli Emirati Arabi Uniti, dove per il secondo anno consecutivo i fratelli Gabriele e Simone Rosei offrono la propria esperienza a nuovi giovani piloti che approfittano della pausa invernale per mettersi alla prova. Le miti temperature del deserto arabo offrono infatti la miglior atmosfera per l’inizio del campionato Formula 4 locale, e ad avvalersi del supporto tecnico di Cram Motorsport è Filip Kaminiarz. Sedicenne polacco, punta a seguire le orme del più celebre connazionale Robert Kubica, che quest’anno torna in Formula 1, e dopo un debutto nel 2018 nella serie propedeutica iberica, ha deciso di lanciarsi nella sfida araba in preparazione alla stagione continentale di quest’anno. Dubai, teatro del primo appuntamento, sarà un terreno ostico di sfida, con un circuito molto tecnico ed impegnativo, a supporto della celebre 24 Ore, che apre ufficialmente le ostilità della nuova stagione motoristica.

Ma non finisce ovviamente qui il programma sportivo della compagine di Erba, che punta a confermarsi tra i team di vertice della Formula 4 Italia, con ben quattro monoposto da schierare. Attesa anche una interessante novità per quanto riguarda i programmi a ruote coperte. Cram infatti, dopo la positiva esperienza nel recente passato con Mitjet e prima ancora nella Porsche Carrera Cup, valuta l’ingresso nella serie TCR. Al vaglio i programmi della stagione Europea, divenuto il vero e proprio trampolino di lancio per il mondiale ed ovviamente la serie Tricolore, che già lo scorso anno si è dimostrata un buon banco prova per i piloti che per la prima volta si avvicinano al mondo delle gare turismo.